Octagona Srl/Notizie di Internazionalizzazione/Bando Regione Emilia-Romagna per il sostegno a progetti di internazionalizzazione
Bando Regione Emilia-Romagna per il sostegno a progetti di internazionalizzazione

Bando Regione Emilia-Romagna per il sostegno a progetti di internazionalizzazione

 

Il 27 aprile aprirà il Bando per il sostegno a progetti di internazionalizzazione di PMI, Consorzi e Associazioni di PMI della Regione Emilia-Romagna. L’obiettivo è quello di migliorare la competitività e promuovere l’export delle imprese del territorio sui mercati globali, attraverso un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili

Attraverso questa agevolazione, le aziende della Regione potranno accedere a un importante contributo che può portare nuovo valore al loro export: di seguito sono riportati tutti i dettagli su chi può fare domanda, quali sono le spese ammissibili, qual è l’importo massimo e come fare per presentare la domanda.

 

 

Chi può fare domanda

 

Possono presentare domanda al Bando della Regione Emilia-Romagna i soggetti giuridici con sede nella Regione e con attività economica di micro, piccola e media dimensione e i Consorzi. I soggetti economici possono partecipare singolarmente o aggregati in associazioni temporanee di imprese o di scopo (ATI o ATS) o Reti di imprese o consorzi.

 

Interventi ammissibili e attività finanziabili

 

Gli interventi per cui è possibile richiedere contributi devono essere finalizzati a realizzare percorsi di internazionalizzazione e che si avvalgano di consulenze, partecipazione a fiere o eventi promozionali nei Paesi target, azioni di marketing digitale e realizzazione di materiale promozionale.

I progetti devono obbligatoriamente comprendere interventi di tipo consulenziale (a, b, d). Nel dettaglio, sono ammissibili esclusivamente le seguenti tipologie di spesa:

  • Consulenze finalizzate al miglioramento delle potenzialità del beneficiario attraverso servizi di analisi e orientamento; preparazione di un piano export digitale; preparazione di un piano di sviluppo sui mercati obiettivo del progetto (sono esclusi i meri studi di mercato);
  • Sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo da parte del beneficiario di un Temporary Export Manager (TEM) o Digital Export Manager (DEM);
  • Realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera, promozione del sito attraverso SEO, SEM o altre metodologie simili, compreso il monitoraggio e la reportistica dei risultati;
  • Consulenza e formazione per l’utilizzo di piattaforme/ marketplace/ sistemi di smart payment internazionali;
  • Realizzazione di video, di cataloghi, repertori, dépliant, altri materiali (anche digitali) redatti in lingua diversa dall’Italiano, per un valore massimo di € 3.000;
  • Partecipazione da parte del beneficiario a fiere all’estero o in Italia, in questo caso solo a fiere con qualifica Internazionale, svolte in presenza o in modalità virtuale. – Nel caso di fiere in presenza saranno ammessi i seguenti costi: affitto spazi, noleggio allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), gestione spazi, trasporto merci in esposizione e assicurazione delle stesse, ingaggio di hostess/interpreti. – Nel caso di fiere virtuali saranno ammessi i seguenti costi: iscrizione alla fiera e ai relativi servizi, accordi onerosi con media partners, spese di spedizione dei campionari;
  • Adesione da parte del beneficiario a eventi promozionali, incontri di affari, B2B in forma fisica o virtuale, collettivi e di livello internazionale, organizzati da soggetti terzi con comprovata esperienza in ambito internazionale. Sono ammesse in questa tipologia le spese di consulenza finalizzate alla realizzazione di incontri d’affari (B2B) e i costi per l’affitto di spazi per la loro organizzazione e realizzazione. Le voci di spesa ammissibili per B2B ed eventi sono le medesime elencate per le fiere internazionali;
  • Costi generali per la definizione e gestione del progetto, compresa la formazione del personale per l’acquisizione delle nuove competenze richieste per effetto dell’implementazione del progetto di internazionalizzazione. Tale spesa è riconosciuta applicando un tasso forfettario del 7% della somma delle voci di spesa indicate nelle lettere dalla a) alla g);
  • Esclusivamente per le aggregazioni (ATI/ATS e Reti di imprese) e per i Consorzi, costi di personale per la gestione e il coordinamento del progetto.

 

Tipologia ed entità del contributo

 

Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo regionale non potrà comunque superare:

  • il valore di € 60.000,00 per i partecipanti in forma singola;
  • il valore di € 150.000,00 per ATI/ATS, Reti e per i Consorzi.

Ai contributi di cui al presente bando si applica il Regolamento CE 1407/2013 del 18 dicembre 2013 in materia di aiuti “de minimis”.

 

Come presentare domanda?

 

Le domande devono essere presentate tramite applicativo Sfinge 2020 a partire dalle ore 12.00 del 27 aprile 2023, fino alle ore 16.00 del 21 giugno 2023. Ogni partecipante può presentare una sola domanda.

 

Scegli Octagona per il Bando Regione Emilia-Romagna

 

Octagona, grazie alla sua esperienza di oltre 20 anni nei servizi di international business e alle proprie sedi dirette e collaborazioni strategiche in tutto il mondo, è in grado di coprire l’intero mercato globale e potrà assistere tutte le aziende che faranno richiesta per il bando in relazione alle attività ammesse:

  • Analisi e ricerche di mercato;
  • Individuazione di controparti commerciali e industriali;
  • Identificazione e acquisizione di nuovi clienti e fornitori;
  • Costruzione reti di vendita e strategie commerciali internazionali;
  • Assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale;
  • Sviluppo competenze.

La scelta del fornitore per i servizi oggetto del bando è molto delicata: è necessario affidarsi a professionisti esperti che conoscono i mercati esteri, grazie ad una presenza diretta. Se vuoi vendere con successo all’estero affidati ad Octagona.

Non perdere opportunità di crescita sui mercati internazionali rappresentata dal Bando della Regione Emilia-Romagna: attraverso questa agevolazione, potrai aumentare i profitti e i fatturati derivanti dall’estero, dando nuovo impulso alla tua attività. E se vuoi davvero dare nuovo impulso al tuo business allora decidi ora: contattaci e ti invieremo gratuitamente un documento ricco di dettagli. Scopri immediatamente se la tua impresa può fare domanda, la lista completa di spese ammissibili e come è meglio muoverti.

Chiama il numero telefonico 059.9770184 o scrivi una mail [email protected]: riceverai tutte le informazioni necessarie per costruire il tuo progetto export.

 

LEGGI ANCHE:

Bando promozione export e partecipazione a fiere 2023 – Regione Emilia-Romagna

Bando internazionalizzazione Camera Commercio Reggio Emilia a favore delle PMI reggiane

CONDIVIDI ARTICOLO

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo

ARTICOLI RECENTI

Strategie di internazionalizzazione: l’uso di LinkedIn Sales Navigator

Strategie di internazionalizzazione: l’uso di LinkedIn Sales Navigator

Nell'ambito delle strategie di internazionalizzazione, individuare nuove opportunità rappresenta un costante impegno per le imprese. Ecco che LinkedIn Sales Navigator emerge come...
Export nell’ASEAN, gli effetti della crescente digitalizzazione

Export nell’ASEAN, gli effetti della crescente digitalizzazione

Nella regione dell'ASEAN, la possibilità di usufruire di una connessione ad internet sta crescendo rapidamente, registrando un flusso costante di 125 mila...
Aprire una società negli Stati Uniti: cosa devi sapere

Aprire una società negli Stati Uniti: cosa devi sapere

Aprire una società negli Stati Uniti rappresenta un'opportunità allettante per molte imprese italiane.  Questo è evidente se si considera la vasta popolazione di...

Form di
contatto

Sei interessato al nostro servizio?
Compila il form o contattaci al numero
+39 059 9770184