Octagona Srl/News/Esportare con un click: quali strumenti digitali utilizzare?
Esportare con un click: quali strumenti digitali utilizzare?

Esportare con un click: quali strumenti digitali utilizzare?

Oggi internet ha cambiato radicalmente il comportamento di potenziali clienti: sapevi che l’80% delle decisioni di acquisto oggi nasce e si sviluppa online? Scopriamo allora quali strumenti digitali utilizzare per esportare e sfruttare le opportunità offerte da internet.

La maggior parte delle azioni commerciali di primo approccio con un cliente estero (email, telefonate, ecc.) si basano sulla capacità di attirare la sua attenzione interrompendo ciò che sta facendo. Al cliente viene proposta una soluzione prima ancora che questi manifesti un interesse o un bisogno verso i prodotti o servizi offerti.

Questo approccio ignora però il nuovo processo decisionale che i potenziali clienti oggi hanno adottato, ovvero proprio la ricerca di informazioni su internet.

Per essere un passo avanti alla concorrenza e ottenere un vero vantaggio competitivo, è dunque importante sfruttare questa lacuna e andare incontro alle esigenze della domanda.

È proprio in questo contesto che nasce ciò che si chiama inbound marketing. Si tratta di un approccio commerciale e di marketing che si basa sulla produzione e promozione di contenuti di valore per attirare online chi è realmente interessato ai nostri prodotti o servizi, contrapponendosi al contatto commerciale tradizionale fatto di email e telefonate, noto come outbound marketing.

 

Quali strumenti digitali utilizzare per esportare?

 

A questo punto molte aziende potrebbero credere che basti semplicemente essere online con un sito internet per avere riscontri immediati. Oppure che sia sufficiente creare un e-commerce, visto che questa modalità di acquisto è esplosa con la pandemia.

Entrambe sono certamente parti importanti di una strategia digitale, ma non possono essere implementate singolarmente. La realtà è che gli strumenti digitali per esportare devono essere inquadrati all’interno di un approccio simultaneo, preciso ed efficace.

È ovvio che a fianco di ciò dobbiamo continuare a svolgere un’attività commerciale di tipo tradizionale (visite a clienti, telefonate, fiere). Ma questo approccio oggi deve essere affiancato da una strategia digitale per intercettare chi, in quel momento, sta cercando gli stessi prodotti o servizi che la tua azienda offre.

Tale strategia per esportare con gli strumenti digitali prevede l’utilizzo simultaneo di alcuni importanti strumenti che riportiamo di seguito.

 

SEO internazionale

Avere un bel sito aziendale non basta se non curiamo la sua visibilità, soprattutto se lavoriamo con l’estero: disporre di un buon sito in lingua non ha molto senso se poi non viene visitato.

Dal momento che le visite alla pagina aziendale provengono principalmente da ricerche tramite parole chiave su internet, è indispensabile che un’azienda desiderosa di espandersi all’estero implementi una strategia di SEO internazionale, ovvero un insieme di attività che hanno lo scopo di promuovere il sito per farsi trovare più facilmente da potenziali clienti.

Per farlo, se si vuole ottenere un buon posizionamento nei motori di ricerca ci si deve basare sulle corrette parole chiave, ovvero parole specifiche che identificano i prodotti e il settore di appartenenza della tua azienda.

In questo modo, l’azienda verrà riportata tra i primi risultati di ricerca su internet, andando a creare un enorme vantaggio di visibilità rispetto alla concorrenza.

Per maggiori informazioni leggi l’articolo sulla SEO internazionale cliccando qui.

 

Marketplace

I marketplace rappresentano quei luoghi virtuali che permettono l’incontro e le transazioni tra un’azienda interessata a vendere i propri prodotti e una controparte interessata ad acquistarle.

Esempi di marketplace possono essere Amazon Business, Alibaba oppure la sezione Negozio di Facebook.

Ne esistono di diverse tipologie e con differenti caratteristiche, ma normalmente vale la classica distinzione tra marketplace B2B e marketplace B2C: ai primi hanno accesso le aziende che fanno parte di una determinata filiera, mentre sulla seconda tipologia operano le aziende interessate a vendere direttamente ai consumatori finali. Inoltre, esiste anche la distinzione tra marketplace generalisti, ovvero che non hanno un target di mercato o vendono un prodotto unico e preciso, e marketplace specifici, ovvero quelle piattaforme dedicate a un unico settore o industria.

 

E-commerce

L’e-commerce altro non è che una piattaforma che simula un negozio online, e permette a qualsiasi utente di vendere e di acquistare prodotti in ogni parte del mondo. Ad esempio, Amazon ed Ebay sono i principali e-commerce presenti in Europa.

Il principale vantaggio di questo canale di distribuzione è il suo costo davvero esiguo, soprattutto se messo a confronto con i costi di un vero e proprio negozio fisico: è infatti necessario pagare solamente una quota di iscrizione, o una data percentuale del prodotto venduto, a seconda dell’e-commerce specifico.

Lo svantaggio più difficile da superare è però il fatto che si è in concorrenza su scala globale: numerose aziende dello stesso settore e in diverse parti del mondo vorranno sfruttare questo canale per ottenere maggiore visibilità a un costo contenuto, e dunque è necessario attuare le corrette strategie di marketing per differenziarsi ed emergere sul mercato.

Leggi l’articolo completo sui marketplace e gli e-commerce cliccando qui.

 

Il CRM

In breve, un Customer Relationship Management, comunemente abbreviato in CRM, è un sistema software che ti aiuta a gestire le tue relazioni con i clienti. In altre parole, è un programma che racchiude tutte le informazioni più preziose su un cliente attivo o un prospetto in un unico posto, come l’anagrafica, lo storico, eventuali note, comunicazioni ed offerte inviate.

Il CRM dunque permette di migliorare il dialogo con i clienti, rendendolo più veloce ed efficace: senza di esso è infatti molto difficile se non impossibile focalizzarsi su più clienti contemporaneamente con lo stesso livello di attenzione per tutti.

Infatti, è possibile utilizzare il CRM per acquisire e gestire i lead provenienti direttamente dal sito aziendale, da campagne di email marketing, dai social network oppure da eventi o fiere.

Inoltre, questo software può essere utilizzato per automatizzare i processi di vendita o di marketing, rimuovendo le attività manuali come l’invio di email, senza tralasciare l’aspetto di intimità e relazione diretta con il cliente: tramite il CRM puoi infatti creare campagne di marketing cucite su misura del cliente, sviluppando prodotti e attività di vendita ancora migliori.ù

Leggi l’articolo dedicato ai CRM cliccando qui

 

Conclusioni

 

In questo articolo abbiamo mostrato quali sono i principali strumenti per esportare con i canali digitali. Utilizzando la SEO internazionale, i marketplace, gli e-commerce e un sistema CRM contemporaneamente, la tua azienda avrà un metodo davvero efficace e creare così un vantaggio competitivo in grado di sbaragliare la concorrenza. In questo modo, sarai anche in grado di aumentare il fatturato della tua attività e di incrementare i profitti derivanti dai mercati esteri.

Sfrutta al meglio questa opportunità: adotta un metodo digitale efficace per il tuo export. Scopri come fare: clicca qui sotto e contattaci. Raccontaci il tuo progetto di internazionalizzare e ricevi una prima consulenza gratuita: studieremo insieme a te la migliore soluzione per la tua azienda.

 

CONDIVIDI ARTICOLO

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo

ARTICOLI RECENTI

Digital Export: quali sono i marketplace più diffusi?

Digital Export: quali sono i marketplace più diffusi?

Alla scoperta dei marketplace più diffusi per implementare la migliore strategia export della tua impresa

Internazionalizzare il proprio business all’estero: scelta strategica od opportunità?

Internazionalizzare il proprio business all’estero: scelta strategica od opportunità?

Perché internazionalizzare la propria impresa deve essere una scelta consapevole e pianificata e non frutto del caso.

Digital Export Manager (DEM): l’internazionalizzazione in un contesto digitale

Digital Export Manager (DEM): l’internazionalizzazione in un contesto digitale

Chi è e cosa fa il Digital Export Manager (DEM): perché è una figura fondamentale per l'export della tua impresa.

Form di
contatto

Sei interessato al nostro servizio?
Compila il form o contattaci al numero
+39 059 9770184