Octagona Srl/Notizie di Internazionalizzazione/Export di macchinari agricoli, prospettive per il 2024
Export di macchinari agricoli, prospettive per il  2024

Export di macchinari agricoli, prospettive per il 2024

Nel corso dell’ultimo decennio, l’export di macchinari agricoli italiani ha mostrato una costante crescita, con un tasso medio del 3.6%

Questa tendenza positiva è stata confermata anche nel primo semestre del 2023, registrando un incremento del 13,6% e superando quello della meccanica strumentale nel suo complesso (+12,3%).

Nonostante gli Stati Uniti, la Francia e la Germania restino i principali mercati di destinazione, si stanno aprendo nuove opportunità in paesi emergenti come India, Messico, Brasile.

In questo articolo, vedremo quali siano i macchinari agricoli più esportati e i principali paesi interessati. Sarà inoltre analizzato il contesto delle agevolazioni previste per il settore nel corso del 2024, volte a sostenere il suo sviluppo. Infine vi suggeriamo quelle che sono le strategie che potreste adottare per esportare con successo. 

 

Export di macchinari agricoli: le ragioni di un trend positivo e le previsioni per l’anno in corso

Nonostante gli attuali conflitti geopolitici, come la guerra fra Russia e Ucraina e la delicata situazione nel Medio Oriente, si prospetta un aumento delle produzioni agricole su scala globale, come attestano i dati forniti dall’OECD-FAO Agricultural Outlook 2023-2032.

Considerando ciò, è ragionevole aspettarsi un aumento della domanda di macchinari per l’agricoltura. Questa crescente richiesta è giustificata anche dalle necessità legate a un’agricoltura sostenibile, che mira a mantenere elevati volumi di produzione e contemporaneamente a ridurre l’uso di fertilizzanti e antiparassitari.

La riduzione del consumo di acqua, la conservazione della biodiversità e il miglioramento della qualità della vita nelle comunità rurali sono anch’essi obiettivi fondamentali. Tutto ciò è reso possibile solo attraverso l’adozione di sistemi di meccanizzazione agricola dotati di tecnologie sempre più innovative.

 

Macchinari agricoli, quali sono i più esportati dal nostro paese?

I produttori italiani di macchinari agricoli si distinguono come leader mondiali nel settore, grazie alla loro offerta di tecnologie all’avanguardia, design ergonomico e impegno per la sostenibilità. Le loro esportazioni testimoniano l’ascesa progressiva dei macchinari agroalimentari e vinicoli italiani.

In particolare, le mietitrebbie e le macchine per la vendemmia italiane stanno guadagnando sempre più popolarità a livello globale, grazie alla loro innovazione ed estrema precisione. Questi strumenti avanzati non solo aumentano la produttività agricola, ma contribuiscono anche a ridurre gli sprechi, rispondendo quindi a un’esigenza che si fa sempre più urgente. In generale le esportazioni di trattori si sono mostrate stabili, attorno allo 0,4%. Vanno citati anche i segmenti delle macchine agricole, per la silvicoltura e la zootecnica, che hanno registrato un incremento del 5,5%. 

Tra i prodotti più richiesti nell’export di macchinari agricoli spiccano i trattori dei marchi Landini e Lamborghini Trattori. Grazie alla loro affidabilità, design sofisticato e l’utilizzo delle ultime tecnologie, questi trattori contribuiscono in modo significativo alla promozione di un’agricoltura sostenibile.

Le seminatrici italiane, prodotte da marchi come MaterMacc e Maschio Gaspardo, sono ammirate per la loro efficienza e design distintivo. Consentono infatti semine precise e ottimizzano notevolmente l’utilizzo delle risorse.

 

I principali mercati di esportazione per i macchinari agricoli

Negli ultimi anni, la richiesta di macchinari agricoli italiani è stata trainata principalmente dagli Stati Uniti, dalla Francia e dalla Germania, portando il valore delle esportazioni del settore a 2,2 miliardi di euro nel 2022. Tuttavia, si stanno aprendo nuovi mercati, soprattutto in America Latina ed Europa Orientale.

Il Messico e il Brasile stanno registrando un notevole aumento nelle vendite di macchinari agricoli italiani, soprattutto provenienti dall’Emilia-Romagna, dal Piemonte e dal Veneto.

Anche la Nigeria, sebbene attualmente le esportazioni verso questo Paese siano ancora limitate, sta mostrando una crescita in netta ascesa, rendendo questo mercato estremamente promettente per il futuro.

Il mercato dei macchinari agricoli in India sta suscitando particolare interesse, poiché si prepara a un’espansione significativa nei prossimi dieci anni, con il valore previsto che triplicherà, raggiungendo i 31,6 miliardi di dollari entro il 2033.

Nuove attrezzature per l’aratura, la semina, l’irrorazione e l’irrigazione saranno sempre più richieste per migliorare l’efficienza del sistema produttivo agricolo.

E sempre riferendoci all’India, la produzione italiana di macchinari agricoli secondo il capo economista di SACE Alessandro Terzulli può coprire tutta la filiera agroalimentare, dall filiera del freddo ai macchinari per la trasformazione e il packaging.

 

Le principali certificazioni per esportare macchinari agricoli

Per quanto riguarda la presenza di certificazioni per i macchinari che dovranno essere esportati nei mercati d’interesse, vediamo le più importanti novità per il prossimo 2024.

Ad esempio, se prendiamo in considerazione gli Stati Uniti, è bene ricordare che per poter effettuare vendite ed esportazioni di macchinari agricoli e industriali all’interno di questo mercato è necessario rispettare le normative americane che regolamentano i prodotti industriali, oltre a tutti gli obblighi doganali.

La procedura per effettuare la vendita di macchinari negli USA prevede due possibili strade percorribili:

  • L’ottenimento di un marchio specifico da parte dall’istituto NRTL (Nationally Recognized Testing Laboratory) di riferimento;
  • L’esportazione senza tale certificazione) previa esecuzione di determinati test di controllo che confermino l’adempimento a determinate norme di sicurezza previste negli U.S.A).

 

In assenza di marchio UL o di altra certificazione, l’azienda produttrice è obbligata ad assicurarsi che i propri macchinari soddisfino comunque quanto richiesto dai test effettuati nei laboratori NRTL.

Di seguito elenchiamo quelle che invece sono le novità per questo 2024:

  • GFCI e requisiti tecnici definiti nella UL508A e NFPA 79 per macchine ed impianti destinati al Nord America;
  • Nuova Direttiva NI2 (Network and Information Security): prevede misure giuridiche per rafforzare il livello generale di cybersicurezza;
  • Canadian Electrical Code 2024: stabilisce le linee guida e i requisiti necessari per ridurre i rischi di scosse elettriche, incendi e altri pericoli elettrici;
  • la NFPA70E edizione 2024 sull’Arc Flash: prende in considerazione tutti i rischi elettrici inclusi quelli dovuti agli archi elettrici e raccomanda l’uso di DPI (dispositivi di protezione individuale) a seconda del livello di rischio;
  • i dispositivi limitatori dell’Arco.

 

capire come funziona un e-commerce

 

Export di macchinari agricoli: quali strategie adottare

Oltre a pensare alle modalità con cui si possono far arrivare i propri macchinari nei mercati target di riferimento, è possibile anche abbracciare l’idea di adottare strategie commerciali di diversa natura. Ad esempio, per consolidare la propria presenza in mercati in cui l’azienda è già presente, si potrebbe valutare l’apertura di un magazzino in una zona strategica. 

Altre misure che costituiscono soluzioni alternative anche per far fronte a periodi di crisi ed incertezza, sono:

  • Ricercare nuovi mercati di sbocco che siano facili da raggiungere e non tanto ardui da penetrare;
  • Rivedere la propria supply chain per fare in modo che non subisca intoppi di alcun genere;
  • Presidiare il mercato con una logica di local for local cercando di approdare con una presenza diretta che goda del supporto di una rete locale;
  • Puntare a operazioni di digital export per riuscire a cogliere opportunità dei mercati internazionali tramite  canali innovativi di vendita online. 
  • Costituzione societaria nel paese d’interesse.

 

Per cogliere appieno le opportunità di esportazione nel settore dei macchinari agricoli, Octagona fornisce il supporto necessario tramite consulenza strategica e agevolando l’internazionalizzazione delle imprese.

Con la nostra esperienza pluriennale in contesti internazionali e il nostro costante impegno nell’adattamento e nell’innovazione, aiutiamo le imprese a espandersi sul mercato globale, assicurando una crescita e un successo a lungo termine.

CONDIVIDI ARTICOLO

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo

ARTICOLI RECENTI

Esportare agroalimentare, nuove opportunità per l’Italia

Esportare agroalimentare, nuove opportunità per l’Italia

Esportare agroalimentare sta rivelandosi un'opportunità sempre più allettante per le imprese italiane. I dati del 2023 rivelano che l'export agroalimentare...
Vendere prodotti italiani in America, opportunità per l’export

Vendere prodotti italiani in America, opportunità per l’export

Vendere prodotti italiani in America costituisce un’importante opportunità per le aziende del nostro paese e questo dipende da alcuni fattori come...
Internazionalizzazione: la comunicazione verso i paesi target

Internazionalizzazione: la comunicazione verso i paesi target

Implementare una strategia di comunicazione digitale su misura per i mercati target è cruciale in ogni piano di internazionalizzazione.  Questa...

Form di
contatto

Sei interessato al nostro servizio?
Compila il form o contattaci al numero
+39 059 9770184