Octagona Srl/News/Nuovo patto per l’export: 1,4 miliardi di euro per implementarlo
Nuovo patto per l’export: 1,4 miliardi di euro per implementarlo

Nuovo patto per l’export: 1,4 miliardi di euro per implementarlo

Lo scorso 8 giugno il Governo Italiano per rilanciare il Made in Italy nel mondo ha dato vita ad una serie di piani di rilancio economico allo lo scopo di aumentare la competitività del sistema Italia sul mercato globale, e di incentivare le aziende, soprattutto le PMI ad attuare piani di espansione mirata tramite il supporto di professionisti specializzati.

Questo gruppo di iniziative economiche è stato battezzato Patto per l’Export ed i suoi punti focali e più importanti sono: comunicazione, promozione integrata, formazione e informazione, e-commerce, sistema fieristico, finanza.

L’insieme delle risorse disponibili per le iniziative di rilancio economico ammontano a circa 1,4 Miliardi di Euro, così suddivisi:

– 82 Milioni di Euro per le attività di promozione integrata e di comunicazione previsti dal D.L. “Cura Italia” di cui 30 milioni messi a disposizione su un nuovo bando in materia di Temporary Export Manager e Digital Export Manager a cura di MAECI e Invitalia.

– Fino a 200 Miliardi di Euro di garanzie statali a disposizione delle imprese italiane, attivabili attraverso SACE, ai quali si aggiunge il potenziamento del sostegno finanziario all’Export mediante l’assicurazione degli impegni in favore delle imprese italiane esportatrici da parte di SACE per il 10% e da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze per conto dello Stato per il 90%.

 

Questi numeri testimoniano la volontà del Governo di rilanciare l’export Made in Italy nel post Covid-19. Se anche tu desideri dare nuovo impulso alla tua impresa, aumentando i fatturati e i profitti per sopperire alla carenza di domanda interna, allora fai domanda per il contributo a fondo perduto del Patto per l’Export con Octagona.

Durante gli ultimi anni Octagona ha supportato oltre 750 aziende italiane nell’ investire sull’estero, coordinando e gestendo Temporary Export Manager (TEM) e Digital Temporary Export Manager che si sono rivelati vincenti per sostenere l’accesso nei mercati esteri.

La simbiosi ottimale per aumentare la redditività è la sintonia tra le azioni digitali con quelle offline ed il nuovo Patto per l’Export è una grande occasione per tutte quelle imprese che negli ultimi anni non avevano gli strumenti o le risorse per poter esportare. Ora possono avere a disposizione professionisti competenti per supportarle ed allargare i propri orizzonti, utilizzando gli strumenti più avanzati a disposizione, sia online che offline. Le risorse a disposizione possono aiutare la tua impresa a raggiungere nuovi clienti all’estero e dare nuove e vincenti opportunità alla tua azienda.

Per ulteriori informazioni e se volete discutere delle opportunità offerte potete inviare un’email a [email protected] oppure contattarci tramite l’apposito form del sito.

 

LEGGI ANCHE:

Richiedi il Bonus Export Digitale 2022

Dove fare export nonostante le tensioni globali? I Paesi più dinamici del 2022

Digital Export Manager (DEM): l’internazionalizzazione in un contesto digitale

Opportunità nel mercato Indiano: la destinazione ideale per il tuo export

CONDIVIDI ARTICOLO

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo

ARTICOLI RECENTI

Opportunità USA: il primato della pasta italiana negli Stati Uniti

Opportunità USA: il primato della pasta italiana negli Stati Uniti

Sapevi che una confezione di pasta su tre negli Stati Uniti è prodotta in Italia? Scopri le opportunità di business per le imprese italiane.

Aumentare le vendite all’estero: il manuale strategico del B2B

Aumentare le vendite all’estero: il manuale strategico del B2B

Le aziende stanno vivendo un momento storico caratterizzato da profondi cambiamenti: scopri come aumentare le vendite all’estero nel B2B

Fai domanda per il Bando Internazionalizzazione della Regione Friuli Venezia Giulia

Fai domanda per il Bando Internazionalizzazione della Regione Friuli Venezia Giulia

Fai domanda per il Bando Internazionalizzazione della Regione Friuli Venezia Giulia: richiedi il contributo a fondo perduto.

Form di
contatto

Sei interessato al nostro servizio?
Compila il form o contattaci al numero
+39 059 9770184