Octagona Srl/News/Unione Europea: dove vendere i prodotti italiani?
Unione Europea: dove vendere i prodotti italiani?

Unione Europea: dove vendere i prodotti italiani?

Dove vendere in Unione Europea? Scopri su quali Paesi espandere il tuo Made in Italy in Unione Europea con il supporto di Octagona.

L’Europa, come è ben noto, sta attraversando un periodo molto delicato. Tuttavia, la situazione economica attuale, in linea generale, è in fase di miglioramento e le previsioni indicano una ripresa ancora più sostenuta per il 2016: diversi sono infatti i Paesi UE che continueranno a crescere.

In questo contesto, le nostre aziende devono quindi cogliere le nuove opportunità provenienti dai Paesi dell’Unione Europea con cui già vi sono consolidate relazioni economiche e da quelli emergenti dell’Est, che fanno registrare importanti tassi di sviluppo: tale discorso vale in particolar modo oggi, in cui l’export italiano è in fase di forte espansione e in cui è proprio l’UE a trainare questa crescita (le nostre esportazioni verso l’area sono aumentate di quasi quattro punti percentuali nel 2014, rispetto al 2013).

Ma quali sono i mercati europei più interessanti in cui vendere?

Partiamo dai Paesi dell’Europa dell’Est: secondo un recentissimo report diffuso da SACE, nel triennio 2016 – 2018 in Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia, Bulgaria e Romania si verificherà un importante incremento delle nostre esportazioni. Nello specifico, le opportunità più interessanti sono in:

– Repubblica Ceca: tessile e abbigliamento; beni di consumo;
– Polonia: meccanica strumentale; infrastrutture; food & beverage; trasformazione alimentare; apparecchiature elettriche;
– Slovacchia: metalli.

Nei confronti dei Paesi dell’Europa Occidentale, l’Italia vanta già stabili e duraturi rapporti economici: se si considera che esportiamo beni per un valore di circa 197 miliardi USD solo nell’area dei Paesi UE a 15, sui 528 miliardi USD complessivi a livello globale, ben si capisce il peso specifico dell’area. Il nostro export sarà in crescita in tutti tali Paesi e le migliori possibilità di business riguarderanno:

– Belgio: settore chimico;
– Regno Unito: mezzi di trasporto; meccanica strumentale;
– Spagna: mezzi di trasporto, componentistica e accessori;
– Germania: gomma e plastica;
– Francia: food & beverage;
– Paesi Bassi: food & beverage.

Secondo l’indicatore “Export Opportunity Index” sviluppato da SACE, questi sono i Paesi UE a più alto potenziale per il made in Italy.

Octagona, che ha una esperienza decennale sui temi dell’internazionalizzazione, è in grado di offrire un supporto mirato e concreto a tutte le aziende che vogliono vendere nell’Unione Europea e, a tal proposito, ha creato servizi pensati appositamente per le PMI, quali Radar dell’Internazionalizzazione, Smart Export Assistant e SEA Digital.

Se vuoi saperne di più, chiamaci al numero 059.9770184 o invia una mail all’indirizzo [email protected]: incontrerai uno dei nostri consulenti per costruire, assieme a te, il miglior progetto export.

 

LEGGI ANCHE:

Il successo delle imprese italiane in India

Internazionalizzare il proprio business all’estero: scelta strategica od opportunità?

Digital Export Manager (DEM): l’internazionalizzazione in un contesto digitale

CONDIVIDI ARTICOLO

Se vuoi approfondire il contenuto di questo articolo

ARTICOLI RECENTI

Opportunità USA: il primato della pasta italiana negli Stati Uniti

Opportunità USA: il primato della pasta italiana negli Stati Uniti

Sapevi che una confezione di pasta su tre negli Stati Uniti è prodotta in Italia? Scopri le opportunità di business per le imprese italiane.

Aumentare le vendite all’estero: il manuale strategico del B2B

Aumentare le vendite all’estero: il manuale strategico del B2B

Le aziende stanno vivendo un momento storico caratterizzato da profondi cambiamenti: scopri come aumentare le vendite all’estero nel B2B

Fai domanda per il Bando Internazionalizzazione della Regione Friuli Venezia Giulia

Fai domanda per il Bando Internazionalizzazione della Regione Friuli Venezia Giulia

Fai domanda per il Bando Internazionalizzazione della Regione Friuli Venezia Giulia: richiedi il contributo a fondo perduto.

Form di
contatto

Sei interessato al nostro servizio?
Compila il form o contattaci al numero
+39 059 9770184